INFORMAZIONI
WINDY
CRONOLOGIA METEO
DOVE SI TROVA LA WEB CAM
INFORMAZIONI

Stromboli è una delle sette isole che compongono l’arcipelago delle Eolie. E’ ritenuto uno dei vulcani più attivi al mondo. Questa e’ in considerazione una delle sua attività eruttiva persistente condotto aperto. Denominata appunto “stromboliana”.

Stromboli è un vulcano attivo . Faparte dell’arco Eoliano. Ed e’  situato sull’Isola di Stromboli. Ed è uno dei vulcani più attivi del mondo. L’edificio vulcanico è alto 926 m s.l.m. e raggiunge una profondità compresa tra 1300 m e 2400 m al di sotto del livello del mare.

Colate Laviche:

Eruzione del 2014

Nell’ultimo secolo sono riportati circa 26 episodi durante i quali si sono avute emissioni

l vulcano di Stromboli emerse dal mare circa 160.000 anni fa.[11] Inizialmente i centri di emissione furono nella parte meridionale dell’isola, dove affiorarono le unità più antiche appartenenti ai complessi del Paleostromboli I e II.[12]

Circa 35.000 anni fa il centro di emissione migrò leggermente verso nord e le emissioni di lava e i depositi piroclastici legati a eruzioni esplosive dettero origine a un cono che raggiunse quota 700 m s.l.m. (Paleostromboli III).[13]

Le fasi successive della storia di Stromboli videro la formazione e il collasso calderico di vari edifici vulcanici. In particolare, a circa 34.600 anni fa risale il “complesso eruttivo di Scari”, osservabile presso Scari[14] e a sud del paese sotto forma di spesse sequenze di bombe vulcaniche, lapilli e lahar. Mentre successivo (circa 26.000 anni fa) è il complesso del Vancori, caratterizzato da depositi piroclastici e basalti shoshonitici. In questa fase, la cima del vulcano era occupata probabilmente da una grande caldera. Il ciclo Scari-Vancori si concluse con il collasso laterale (una grande frana) del settore occidentale e nordoccidentale dell’edificio vulcanico.

 

All’incirca tra 10.000 e 5.000 anni fa il settore nordoccidentale subì nuove frane , lasciando una profonda  depressione. A forma di ferro di cavallo che si estende dalla cima fino a una profondità di circa 2.000 m sotto il livello del mare: la Sciara del Fuoco. Lentamente la depressione venne riempita da materiale piroclastico e colate di lava.

Il centro eruttivo attuale è rappresentato da un grande cono piroclastico che si trova nella parte sommitale della Sciara del Fuoco, a quota inferiore rispetto al Pizzo Sopra la Fossa, ed è caratterizzato, come detto sopra, dalla presenza di tre crateri allineati parallelamente alla Sciara, in direzione nord-est – sud-ovest.

WINDY
CRONOLOGIA METEO
DOVE SI TROVA LA WEB CAM